La voce del padrone

Standard

Ieri pomeriggio ci siamo dati ad uno svago quanto meno insolito, per non dire stravagante: abbiamo risistemato il grammofono di Ale.

Si, il grammofono: non sto scherzando, non è un vecchio giradischi antiquato, è proprio uno di quegli arnesi con la tromba di ottone e la manovella. Lo ha comprato diverso tempo fa, ma ha sempre avuto qualche difetto sulla regolazione della velocità; l’ho aperto, e con un po’ di pazienza ho trafficato in maniera molto empirica sul regolatore dei giri con una pinza, senza avere la più pallida idea di che cosa stavo facendo, ma sfruttando quelle lontane nozioni di fisica e meccanica che ho studiato in seconda e terza superiore; sono contento, visto che sono passati oltre vent’anni e non mi sono arrugginito più di tanto.

Il risultato è accettabile, contando i giri col cronometro ne fa 83 al minuto invece di 78, ma la prossima volta mi ci metto con più calma e comodità, magari appoggiandolo su un tavolo e non su una sedia…

Mi sono divertito, adoro fare le cose assieme al mio uomo, e poi era troppo bello vederlo che mi girava la manovella mentre io trappolavo negli ingranaggi e la musica rallentava o si velocizzava: ci mancava solo il disco con il valzer più famoso di Johann Strauss jr: An der schonen blauen Donau (Sul bel Danubio blu).

Guardando Ale mentre lo faceva mi rivedevo la scena di una delle puntate di Candy Candy, un cartone della nostra infanzia che aveva per protagonista un’orfanella coi biondi capelli pettinati ad orecchio di cocker che portava una sfiga tremenda peggio perfino della mortifera Jessica Fletcher (La Signora in Giallo): Candy fu mandata a Londra in un collegio esclusivo, e alla sua amica Annie toccava sempre girare la manovella del grammofono ai balli, perché nessuno andava mai a trovarla… e si sa come sono i doppiaggi dei cartoni, forse avevano solo il Danubio Blu a disposizione, fattostà che la povera Annie menava gran colpi di manovella sempre allo stesso passaggio del finale di quel valzer, mentre le altre si divertivano coi parenti e gli amici.

Annunci

Informazioni su Mauretto

Cammino in un giardino tra i ricordi di altre persone, alle volte solo e alle volte no; posso incontrarne delle altre, o solo percepirne la presenza. A volte provo a raccontarlo, se lo desiderano. Maschio, adulto, gattaro, lettore accanito, pettegolo, dilettante per diletto, il tutto non necesssariamente in quest'ordine. Amo i libri, i gatti e... il resto è un mistero.

»

  1. Guarda, è stata un’esperienza favolosa. Mi sono divertito come un bambino, e pensa che per non fare troppo casino abbiamo dovuto soffocare la tromba infilandoci due asciugamani.
    Mi sono sentito tornare in un’altra epoca

    Mi piace

  2. @Garnant: ricordi la festa a cui Candy pensa bene di partecipare indossando diversi travestimenti perché le era stata vietata dalla mefitica Suor Grey? Alle prove Annie macinava il grammofono

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...