Balcone

Standard

Scoasso ha sentito l’auto ed è pronto sul balcone per chiamarmi. Al volo faccio notare il trionfo di fiori della brugmansia: nonostante lui la usi come palo per arrampicarsi (con tutti i suoi otto kg di gatto) e che siamo a novembre… oh, so’ soddisfazzzioni

Annunci

Informazioni su Mauretto

Cammino in un giardino tra i ricordi di altre persone, alle volte solo e alle volte no; posso incontrarne delle altre, o solo percepirne la presenza. A volte provo a raccontarlo, se lo desiderano. Maschio, adulto, gattaro, lettore accanito, pettegolo, dilettante per diletto, il tutto non necesssariamente in quest'ordine. Amo i libri, i gatti e... il resto è un mistero.

»

  1. Contando che la brugmansia viene dal Sud America, tra Ecuador, Cile e Colombia direi che da noi si adatta da dio, basta tenerla a riparo dal gelo; le altre sono piante nostrane, non han problemi. La mia è alta quasi quanto me, ed è in vaso.
    Quelle di Ale, che sul lago ha un clima più mite, sono anche più grandi.
    Scoasso ha il radar, mi sente arrivare e credo riconosca il rumore del motore ancora prima che entri in cortile, perché tutti mi hanno sempre detto che si fionda sul balcone quando nessuno in casa sente ancora arrivare l’auto

    Mi piace

  2. Tu si che hai il pollice verde, il mio è nero carbone… sono riuscito a eliminare – tra le altre cose – un cactus nano e l’erba gatta, invece il tuo balcone sembra una jungla fiorita.

    P.S. Anche la mia miciona era sugli 8 Kg, aveva preso l’ossatura dal nonno persiano e la prestanza atletica dal resto della famiglia, che invece erano tutti gatti di strada. La sua mamma sembrava un Exotic Shorthair, più o meno.

    Mi piace

  3. @EligRapHix: interessante anche il tuo, sto curiosando.

    @leggerevolare: sai come si dice… gli manca la parola :). Il brutto di questo suo farmi da sentinella è quando esco di casa alle cinque del mattino, e lui artiglia la porta perché mi deve seguire e chiamarmi. Fa rimbombare tutta la tromba delle scale.

    @Aubade: se questo ti pare pollice verde devi vedere quello del mio ragazzo: è in grado di far germogliare anche i bastoni che usa come sostegno per le piante. Il gatto è necessariamente castrato, vivendo in appartamento… ma credo che se fosse libero non avrebbe ancora capito tutta la meccanica del piolo “A” che va infilato nel foro “B”, le api e i fiori e tutte quelle cose lì: è troppo.. candido? Angelico? No… direi più… svaporato.

    @SorNarciso: i miei sono proprio sotto il gatto, son già tre anni che mi danno una messe copiosa. Il nome completo del gatto è Don Scoasso Mutley, barone de la Tega. Ma lo chiamiamo Scoasso perché quando l’ho portato a casa (è uno degli orfanelli affidatimi dal destino) e ha conosciuto la cassetta con la sabbia l’ha prontamente usata. Prima come wc, giustamente, poi per dormirci, praticamente abbracciato a quello che aveva appena prodotto. Per fortuna ha perso il vizio subito. P.S.: in veneto le scoasse sono le spazzature.

    @Giudappeso: e tu lo vedi adesso che è novembre, dovresti vederlo in maggio-giugno! Ma lo devo sfoltire un po’, e garantire alle gatte un venti cm di balcone libero per porte salire e scendere senza dovergli aprire sempre la porta.
    Questo è il primo gatto grande e grosso che ho, gli altri, fin da quando ero piccolo, erano tutti di taglia minuta: il più grande sarà arrivato sui 5 kg. La Gina non fa testo, sarebbe piccina, ma è dotata di una fame da altoforno che da piccola l’aveva fatta diventare una specie di deposito di Paperone coi peli; l’ho messa a dieta, e di brutto, ma resta sempre una piccola pantera grassa.

    @Fenixia: devo riuscire a fotografare la Felicia quando fa il suo numero del Feroce Predatore Nascosto Nella Foresta, giù nelle dracene che la vicina tiene nell’ingresso: è di un discreto effetto.

    Mi piace

  4. @Yzma: lo so 🙂
    e dovresti vedere tutto il rituale quando entro in casa: corre sul tappeto, in genere della cucina, si assicura bene che lo stia guardano, poi appena vede che lo vedo si mette a pancia all’aria perché vuole che gliela accarezzi; e il solletico sullo sterno lo manda in visibilio.

    Mi piace

  5. ho appena comprato un piccolo arbusto di questa pianta meravigliosa…..visto che hai un gatto ed io ne ho cinque da 8 kg ciascuno!…….potresti dirmi se corrono dei rischi……so che questa pianta è molto tossica……grazie !

    Mi piace

  6. @anonimo: si, è effettivamente tossica, è una varietà di Datura. Però o i miei gatti lo sentono e la evitano, oppure non li attira perché nessuno di loro ha mai provato ad assaggiarne una foglia; tieni presente che ho dovuto eliminare i papiri perché li mangiavano costantemente, così come tutto quello che può germigliare, dal tulipano al croco ai nasturzi.
    Forse i gatti sanno inconsciamente da che piante tenersi distante, oppure lo percepiscono dall’odore

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...