Salva la puerpera!

Standard

Non è un movimento ambientalista o d’ispirazione ospedaliera, ma è un’idea varata da una mia vecchia amica: tempo fa una sua amica partorì, e lei ed altre ragazze andavano a trovarla per portarla fuori a farsi una serata in birreria (una cosa che echeggia molto il quartetto di Sex and the city) e salvare la puerpera dal soffocare tra pannolini, biberon, omogeneizzati e pappine; la tradizione sembra essere ben consolidata, ed ora sembra che la bambina ex-lattante detesti le amiche della mamma che la portano via tutti i venerdì.

La scorsa settimana noi abbiamo fatto una cosa simile, nel nostro piccolo: abbiamo portato al cinema un’amica che tra gravidanza ed allattamento non usciva da sola dalla mia ultima festa di compleanno, settembre 2007. Papà è rimasto a casa con la piccola mentre la mamma usciva con noi, tutta retentennante (si, era lei): al cinema per un film con Colin Firth e dopo lo spettacolo birra, purtroppo per lei e per Ale senza Colin Firth.

Annunci

Informazioni su Mauretto

Cammino in un giardino tra i ricordi di altre persone, alle volte solo e alle volte no; posso incontrarne delle altre, o solo percepirne la presenza. A volte provo a raccontarlo, se lo desiderano. Maschio, adulto, gattaro, lettore accanito, pettegolo, dilettante per diletto, il tutto non necesssariamente in quest'ordine. Amo i libri, i gatti e... il resto è un mistero.

»

  1. Bello! Be’, meglio del baby-shower, sicuramente utile per impedire alla neo-mamma di brasarsi nella mammità dimenticando se stessa sull’altare (o sul fasciatoio) del pupo, immolata come un’Isacca qualsiasi. Direi che ci sono gli estremi per definirla una missione di salvataggio.

    Mi piace

  2. Ad essere onesta io non mi diverto molto ad uscire se non posso condividere la serata con mio marito e mia figlia. Poi, ho sempre avuto la fobia per le uscite solo tra femmine. Non so perché, le ho sempre trovate un po’ tristi.

    Mi piace

  3. @EligRapHix: anche io preferisco uscire col moroso che con gli amici, ma è giusto che ogni tanto uno abbia una valvola di sfogo, un momento che sia solo suo. Mia sorella, per esempio, si tiene una sera la settimana in cui figli e marito sanno che “la mamma non c’è”, si arrangiano e lei esce o sola o con le amiche.

    @Yzma: se mi ingrasso un altro po’ più che la ciambella faccio il gommone

    Mi piace

  4. @orangecat: oddio, mi pigli un po’ alla sprovvista: non avendo figli non ho esperienza diretta; però ho visto che di solito è per i primi tempi, poi appena riescono a dare il giro alle cure del bambino e magari con l’ausilio di una baby sitter, o di un papà (o nonna) che si fa carico del pargolo ogni tanto tornano in breve ad avere una vita mondana e sociale. Chiaro che non sarà mai come prima, ma le esigenze e gli impegni di una persona con famiglia al seguito cambiano rispetto a quando si era solo una coppia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...