Inkheart – La leggenda di cuore d’inchiostro

Standard

Sabato sera ci siamo visti Inkheart – La leggenda del cuore d’inchiostro.

È un filmozzo fantasy alla va-te-ciava, con un Brendan Fraser che continua a dimagrire, fortunatamente visto che in Looney Tunes back in action sembrava diventato un bue.

La storia è facile: Mortimer Folchart (Fraser) è un restauratore di libri, ha una figlia ed un potere abbastanza pericoloso. Oltre a ciò è parecchio mona, ma forse è un sottoprodotto dell’essere carino.

Film tutto sommato simpatico (ho visto molto di peggio) ma che butta via degli spunti su cui si poteva lavorare: invece di andare al cinema è più semplice guardarsi il trailer in tv, mantiene di più le promesse.

La sola cosa degna di nota è una scena nel finale con una Helen Mirren che fa una cavalcata selvaggia su un unicorno per i cortili di un castello in rovina, circa 32 secondi di film.

Annunci

Informazioni su Mauretto

Cammino in un giardino tra i ricordi di altre persone, alle volte solo e alle volte no; posso incontrarne delle altre, o solo percepirne la presenza. A volte provo a raccontarlo, se lo desiderano. Maschio, adulto, gattaro, lettore accanito, pettegolo, dilettante per diletto, il tutto non necesssariamente in quest'ordine. Amo i libri, i gatti e... il resto è un mistero.

»

  1. La Mirren a cavallo dell’unicorno è stato il momento migliore anche per me! Tutto sommato, la storiella non è male, anche se sono d’accordo che si poteva fare di meglio… quanto a Fraser, mi piaceva anche paciarotto, quando lo sbattevano a fare l’eroe aveva un’aria più rilassata e meno da Figo d’Iddio – che con la sua faccia da bravo ragazzo alla Ken di Barbie, faceva un bell’ensemble – poi la Mirren fa una zia sciroccata da applauso, ma lei è la Mirren, mica una Bellucci che passava di lì. Invece ho riconosciuto Paul Bettany nei panni di Dita di Polvere (oddio, ho dovuto controllare su IMDb) solo dalla presenza di sua moglie, Jennyfer Connely, che ha fatto appena due camei di flashback. Ho intuito fosse lui perché in un’intervista la Connely aveva dichiarato che quando non lavora a un suo film, per stare un po’ col marito accetta parti minori nei suoi (portandosi appresso la figliolanza, che è più facile da seguire avendo una scena o due), insomma un’allegra famigliola dello schermo.

    P.S. Mi traduci alla “va-te-ciava”? Non sono sicuro di aver capito e credo meriti la traduzione. Asd!

    Mi piace

  2. il film e’ carino e ha avuto il pregio di incuriosirmi abbastanza da farmi iniziare il libro, e quello e’ decisamente migliore rispetto alla pellicola! soprattutto trasuda amore per i libri ad ogni pagina 🙂

    Mi piace

  3. @giudappeso: confesso che non so chi sia Paul bettany, ma Ale c’ha l’occhio fino e aveva riconosciuto la Connely anche se non è riportata tra gli attori nei titoli di coda.

    Và te ciava è un sinonimo di cazzo di cane, o per lo meno Ale la usa così; è una delle sue espressioni favorite.

    @Samaranelpozzo: la prima volta che paso da Feltrinelli scrocco qualche pagina, poi magari lo compro appena esce in economica.

    @leggerevolare: noleggia pure. Credo sia l’uso migliore per un filmino leggero come questo

    Mi piace

  4. La Connely e Bettany si sono conosciuti sul set di A Beautiful Mind, dove lui interpretava il ruolo dell’amico immaginario di Russel Crowe/John Nash – e quello è stato anche il primo film di Paul Bettany che abbia mai visto (credo) – mentre la Connely faceva la moglie di Crowe/Nash, ma ormai suppongo che ormai Bettany sia più che altro conosciuto per il monaco biondo-quasi-albino e sadomaso de Il Codice DaVinci. So un po’ di cose su di loro solo perché tempo fa ho visto un’intervista alla Connely trasmessa su SKY per la serie Actors Studio.

    Quanto al và te ciava, ne farò tesoro!

    Mi piace

  5. il libro e’ gia’ uscito in economica e anche il secondo della serie.. ma col fatto che adesso c’e’ in giro il film sara’ piu’ difficile trovare l’edizione negli oscar (che tra l’altro sono in offerta in questo periodo)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...