La rivolta delle macchine

Standard

Settimana intensa e ricchissima di sfiga.

Mercoledì mattina porto l’auto dal meccanico perché ho problemi con l’accensione: i telecomandi delle chiavi non comunicano più con la centralina, e la baracca non va in moto. Ricambi ordinati in Francia, direttamente alla Renault: dovevano arrivare ieri, forse arrivano martedì; nel frattempo sono senza auto e niente sostitutiva, questi due giorni ho campato con quella che mi ha prestato un amico, per la prossima settimana si vedrà.

Giovedì muore la lavatrice (sedici mesi di vita), guasto a non so quale scheda di controllo e deve intervenire l’assistenza autorizzata: arrivano mercoledì, e nel frattempo ho le lenzuola con l’acqua e sapone chiuse in lavatrice, impossibili da estrarre perché lo sportello è bloccato… fino a mercoledì faranno anche le branchie.

Ma consoliamoci! Stasera eravamo a cena con la Penelope, che poi è l’amico che mi ha prestato l’auto, e gli raccontiamo anche la notiziola della lavatrice, unita a quella che oggi è morta anche la lavastoviglie di mia suocera. Ale scherza sul fatto che anche quei ricambi staranno arrivando dalla Francia:

– Penelope: dalla Francia? Ma di che marca è?

– Ale: Whirlpool [detto con accento franscese]

– P.: eh?

– Ale: Whirlpool [detto normale]

– P.: non sapevo che fosse francese

– A.: certo! Pùl vuol dire “pollo”!

E per restare in tema di perle di Ale, oggi era in vena di disegnare: questa è Rose Bertin, la modista di Marie Antoinette, o per lo meno è come la vede lui con l’occhio dell’artista e del collega.

 

Annunci

Informazioni su Mauretto

Cammino in un giardino tra i ricordi di altre persone, alle volte solo e alle volte no; posso incontrarne delle altre, o solo percepirne la presenza. A volte provo a raccontarlo, se lo desiderano. Maschio, adulto, gattaro, lettore accanito, pettegolo, dilettante per diletto, il tutto non necesssariamente in quest'ordine. Amo i libri, i gatti e... il resto è un mistero.

»

  1. Che sfiga! Quando c’e’ da fare una spesa grossa, se ne appiccica sempre un’altra:((( Anche mia madre comunque aveva sperimentato la rottura di non riuscire a riaprire la lavatrice quando si era rottta – tutto elettronico!

    Mi piace

  2. Guarda, mia nonna ne aveva una di quelle vecchie antidiluviane, praticamente un unico blocco di ghisa. Credo sia durata qualche cosa come quarant’anni, e come interventi hanno solo dovuto cambiare la resistenza una volta o due

    Mi piace

  3. Terminetor aveva ragione, Skynet è diventata autocosciente e si è svegliata! Solo che ha attaccato nel modo più subdolo, guastando e rompendo la tecnologia utile… anche noi avevamo una lavatrice Whirlpool, quando ha preso coscienza ha iniziato a ballare e piscettare per il bagno come un alano in calore, una volta ha anche cercato di saltarmi addosso (sul serio) col rischio di prendermi la gamba tra il suo slancio di affetto e il bidè. Me la sono vista brutta… =__=

    Bellissimo il disegno di Ale! 😀 Miss Piggy sembra fatta apposta per quel look e la signorina pare una sua parente lontana. XD

    Mi piace

  4. appoggio giudappeso che ha anticipato tutti i commenti che volevo fare io!!!!

    giusto per essere originale, la tua vicenda però sarebbe riconducibile anche ad un vecchio film (Brivido) uscito a pochi anni dal primo terminator…film nel quale il passaggio di una cometa risvegliava tutti gli oggetti elettrici/elettronici, macchine comprese, delle quali il terribile capo era un tir con la testa di un enorme green goblin appiccicata sul muso…ti ricordi?

    Mi piace

  5. @giudappeso: la mia è stata meno appriscente e meno socievole. S’è semplicemente messa in sciopero.

    @pyperita: e il bello è che i costi non sono molto inferiori quelli delle lavatrici che duravano anni. La mia precedente è durata cinque anni secchi, per esempio.

    @Samaranelpozzo: un esempio: il guasto ai telecomandi delel chiavi non è tale da giustificare che la concessionaria mi desse l’auto sostitutiva fino a problema risolto.

    @ziacassie: io ci vedo più un legame con quel vecchietto suonato del marchese de Sade

    @Aubade: me lo ricordo eccome. Il faccione era quello di Goblin, uno dei primissimi nemici dell’Uomo Ragno

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...