Harry Potter e il principe mezza sega

Standard

Ieri sera abbiamo visto Harry Potter e il Principe Mezzosangue: due ore e mezza di Maghella 2000, pareva di essere davanti ad uno spettacolo della de’ Filippi, o di ascoltare Amanda Lear che cantava “Ho fatto l’amore con me”:

 

Ho fatto l’amore con me
mi sono amata da me
e figuriamoci se
se ci cascavo con te (ah ah ah)

 

Harry va a scuola, come tutti gli anni coi suoi soliti amici, e neanche quest’anno gli è riuscito di distruggere Hogwarts. Iniziamo bene perché ancora sul treno riesce a farsi mettere al tappeto dalla chioma ossigenata di Malfoy, al punto che deve il suo arrivo a scuola solo a Luna Lovegood, che praticamente è una citazione disneyana creata dalla Rowling: immaginate Pippo con una parrucca bionda sgangherata che cerca di fare il mago. Ecco, appunto.

Poi troviamo anche Ron ed Hermione che hanno gli ormoni girati, e qui in Veneto si sa che ea rossa pì bona ea gà copà so mare [La rossa più buona ha ammazzato sua madre, NdMauro]; più Ron invecchia e più assomiglia al mio gatto Scoasso: rosso, grosso e discretamente mona. Non è tuttavia mona del tutto perché ha capito inconsciamente che Hermione gli corre dietro, solo che lui crede che sia per insegnargli a leggere: tanto che riesce a chiamarla in suo aiuto solo mentre si risveglia dal coma, e intanto per passare il tempo va in giro per tutto il film a limonare con una insana portatrice sana di codini biondi stupida come un rastrello, e più zuccherosa di una piscina piena di caramello fuso.

Hermione si incazza come una jena, perché ha la frenesia di darla via e sa benissimo che tutti la conoscono nel mondo dei maghi, e pertanto nessuno con un filo di intelligenza si prenderebbe in corpo una matta saccente sbregamaroni solo per una pomiciata, per cui deve essere o Ron o il convento magico. Per colpa di questo rifiuto costante Ermione sviluppa una tale avversione per i maschi, naturalmente escluso Harry perché è irrilevante oltre che innocuo, che con un incantesimo crea degli uccelli e poi li scaglia addosso a Ron come piccoli missili pennuti quando lo vede assieme a Miss Codini da Quattro Soldi.

Harry, come sempre, è talmente mona che non arriva a capire che la sorella di Ron gliela sta praticamente spalmando addosso da quando lo conosce, e anche se capisse c’è sempre il suo codice morale del Potter che gli impedisce di far torto al suo migliore amico trombandogli la sorella.

In tutto questi vi chiedete che fine hanno fatto Voldemort, i cattivi, la lotta eterna tra Bene e Male e così via? Ce lo siamo chiesto anche noi: fanno la figata di far crollare un ponte a Londra all’inizio del film, incendiano la casa dei genitori di Ron, e nella scena finale vediamo tre coatti ed una pazza furiosa sproloquiare mentre il Draco Ossigenato Malfoy non riesce manco a piangersi addosso, così Renato Piton-Zero deve prendere in mano la situazione.

E tutto ciò perché tra il libro ed il film c’è una voragine, non qualche taglio.
Con un film che dura due ore e mezza è logico, oltre che doveroso, falcidiare un bel po’ di roba dal libro, soprattutto perché la Rowling l’ha infarcito con miriadi di cazzate per far lunghezza, salvo poi troncarlo a metà sul più bello dell’azione per costringerti a comprare il libro seguente. Tuttavia uno si chiede perché eliminare le scene d’azione invece delle ultra ridondanti pippe mentali amorose dei protagonisti, che non arrivano neanche ad essere schermaglie perché i ragazzi di Hogwarts pagano una tassa apposta per essere ebeti (oh, anche i cattivi eh! Del resto passano tutti dalla Scuola di Magia, prima o dopo).

I tagli sono stati fatti anche agli effetti grafici, di solito in questi film le foto ed i quadri hanno una vita propria, stavolta si vede che costava troppo, o che ci avrebbero distratto dalle psico-pippe degli adolescenti in fregola.

Taglio per taglio, per poco non ci siamo tagliati le vene.

Annunci

Informazioni su Mauretto

Cammino in un giardino tra i ricordi di altre persone, alle volte solo e alle volte no; posso incontrarne delle altre, o solo percepirne la presenza. A volte provo a raccontarlo, se lo desiderano. Maschio, adulto, gattaro, lettore accanito, pettegolo, dilettante per diletto, il tutto non necesssariamente in quest'ordine. Amo i libri, i gatti e... il resto è un mistero.

»

  1. Tocca darti dolorosamente ragione. Sono uscito dal cinema senza particolari entusiasmi – dicendomi che era solo perché in sala faceva un caldo porco – ma a distanza di qualche giorno, ancora nessuna emozione pervenuta. Neppure la voglia di potterità che mi pigliava solitamente dopo l’uscita dei film o dei libri.

    Anyway, ellissima cronaca! Io però vado pazzo per Luna Lovegood, anzi in questo film trovo abbia salvato la scena un paio di volte. Sia il personaggio che l’attrice mi fanno morire (che poi, almeno un paio di volte, durante il film – ma soprattutto per il caldo – l’ho quasi desiderato). Anch’io ho notato i quadri immobili e infatti mi sono domandato perché non si fossero sprecati al riguardo, ma visto che mancava tanto di più… ho fatto spallucce e incrociato le dita per il prossimo film in due parti. Che Silente ce la mandi buona!

    Mi piace

  2. @pyperita: pensa tu che invece io sono un patito del genere… spero che il prossimo sia meglio, non dovrebbe essere troppo difficile.

    @giudappeso: la voglia di potterità s’è esaurita andando a controllare il libro per vedere quale incantesimo avesse usato Silente per dare fuoco agli Inferi: Ale voleva usarlo per fare il barbecue.
    Luna è una ganza, come moltissimi comprimari, la Minerva in prima fila: del resto, abbiamo dei protagonisti talmente ebeti che se non avessimo delle buone spalle sarebbe finito tutto prima di iniziare.

    Mi piace

  3. sei stata davvero spietato! 😀
    ma non hai tutti i torti, anche se io alla fine l’ho trovato un film gradevole (anche se eccessivamente lungo in effetti) e uno degli adattamenti migliori fra quelli della saga potteriana… insomma ho visto di peggio 😉

    Mi piace

  4. Io non ho letto nemmeno uno dei libri di Harry Potter, quindi forse non resterò così delusa … ma tanto, come sempre, non andrò al cinema, come al solito aspetterò di vederlo in dvd o in divx o su sky, e per quell’epoca forse avrò dimenticato la tua recensione.

    E’ difficile immaginare Pippo nei panni di un aspirante mago se ripenso alle storie in cui Nocciola cerca disperatamente di fargli credere nella magia (anche se nella saga The Wizards of Mickey, Pippo è proprio un mago, guarda un po’ …).

    Mi piace

  5. recensione gustosissima 😀

    ea rossa pì bona ea gà copà so mare
    (c’ho il gatto rosso e infatti oggi ha strappato una foto dalla cornice dopo averla buttata giù dal tavolino) 🙂

    Mi piace

  6. una insana portatrice sana di codini biondi stupida come un rastrello, e più zuccherosa di una piscina piena di caramello fuso.

    tanto per sottolineare una delle trovate esilaranti del tuo post:-)

    Mi piace

  7. @Samaranelpozzo: magari sarei stato meno carogna se non avessi avuto un gruppetto di ragazzo di 20 anni, nella fila dietro, che hanno fatto un bordello allucinante per tutto il film, a partire dalla loro capa che rideva anche quando Harry guardava il cielo, e ci teneva a far sapere a TUTTO il cinema che la tale scena era nel capitolo 1, l’altra a pag. 325… e ‘sto cazzi, perché hai letto un libro in vita tua non è il caso di farci tutto quel chiasso attorno!

    @Loretta62: direi che gli altri film erano fatti meglio, sempre a meno dell’adattamento di un tomo di 500 pagine ad un film.

    @EligRapHix: Pippo non crede nella magia, ma in diverse storie di Nocciola usa i suoi incantesimi, sempre pensando che siano i trucchi di una prestigiatrice.
    Ed aveva un avo che è diventato mago per sbaglio, Pippus… radiato dall’ordine dei maghi per aver combinato troppi pasticci (Un Pippo è un Pippo anche nel DNA)

    @Reginadeitucani: pensa che Ale non li sopporta… dopo il terzo ha mollato tutto.

    @Yzma: e non ti dico che cosa ha appena fatto Scoasso alla mia biancheria pulita, che è meglio.

    Mi piace

  8. davvero spassoso il post! mi piacciono le tue recensioni…specialmente quelle spietate…
    che poi io questi pseudoeroi moderni commercialissimi, da Potter a Cullen, con quelle facce da sberloni che hanno nei film, che comunque i libri non li ho letti e non posso dire se su carta migliorano, proprio non li reggo. anyway i film del Potter pur detestandolo, li ho visti tutti…(contraddittorio vero?)…quindi vedrò anche questo. e vedrò anche il prossimo…o prossimi?

    Mi piace

  9. @Aubade: Cullen non l’ho proprio perso in considerazione: ho letto troppe recensioni orribilmente divertenti su quei libri per aver voglia di leggerli (vedi per esempio nei blog di giudappeso, di Polideuce o di Samara).

    Dèniel Rèdcliffff è carino, forse un po’ bistecchina, mentre Potter mi è sempre sembrato uno sfigato cosmico, molto incline alla pippa mentale; nel complesso i libri non sono male, e mi pare che la Rowling abbia curato meglio i comprimari lasciandoli un po’ a loro stessi di quanto non abbia fatto con Harry, che a furia di ravanarci su è diventato un adolesente problematico, al limite della psicanalisi (chiediamoci che genere di madre sia la Rowling…).
    Anyway, andrò a vedere anche il prossimo film, per non farmi mancare nulla.

    Mi piace

  10. Mi domando perchè non ti proponi per recenzioni e critiche cinematografiche… sei troppo forte!!!
    …più Ron invecchia e più assomiglia al mio gatto Scoasso: rosso, grosso e discretamente mona… … scusa ma stò ancora ridendo…

    Mi piace

  11. @leggerevolare: in effetti è stato studiato per un target di ragazzi dell’età di tuo figlio, e con buona pace dei cultori più adulti. E non sei la sola a dirmi che dovrei mettermi a scrivere sul serio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...