Largo al factotum della città!

Standard

Domani sera si va a vedere il rossiniano Barbiere di Siviglia, all’Arena di Verona.

Le colleghe di Ale mi hanno chiesto una trama in due battute. Ecco qui:

La Bella Rosina è una giovine che aspetta l’amore romantico, e non vede l’ora di scappare di onorevolmente da casa perché è la pupilla del vecchio Don Bartolo, simpatico come la merda in letto.
A tale scopo passa le sere sul balcone a sospirare: sospira oggi, sospira domani, uno che mi si fili prima o poi arriverà.
Sventura gliene incoglie, povera piccina: una sera passa sotto casa un avvenente porco patentato, il Conte di Almaviva, che rovinerà per sempre la vita della Bella Rosina, di Figaro e di tutti quelli che incontrerà, peggio della maledizione di Tuthankamon.

Il Conte non riesce a pensare da solo e quindi noleggia il cervello di Figaro, maneggione attualmente barbitonsore, che per tutto ringraziamento ne riceverà solo del male, neanche solo in quest’opera ma in tutta la trilogia: infatti ha fatto domanda a Beaumarchais per cambiare il nome in Sfigaro.

Un bel caos: Rosina la vuol dare al Conte previo “si” davanti al prete, il Conte la vuole ma farebbe volentieri a meno delle formalità, Don Bartolo non vuole mollare Rosina perché è tanto affezionato ai suoi soldini che quasi quasi la impalma lui, Figaro è affezionato ai soldini di chiunque perché di suoi non ne ha, e si fa pochi problemi purché lo paghino.

Tutto si complica perché Rosina non riesce a calarla giù dal balcone, ed il Conte si deve prendere una scala; poi si traveste anche ma scopre di non avere la stoffa necessaria per impersonare Paolo Poli.

Le conseguenze saranno nefaste, ma le vedremo nella prossima puntata: Il matrimonio di Figaro.

Annunci

Informazioni su Mauretto

Cammino in un giardino tra i ricordi di altre persone, alle volte solo e alle volte no; posso incontrarne delle altre, o solo percepirne la presenza. A volte provo a raccontarlo, se lo desiderano. Maschio, adulto, gattaro, lettore accanito, pettegolo, dilettante per diletto, il tutto non necesssariamente in quest'ordine. Amo i libri, i gatti e... il resto è un mistero.

»

  1. Bellissimo riassunto e incredibilmente esaustivo, meglio di così non poteva essere spiegata – neppure a me che non conoscevo la storia – adesso però aspetto le trame della restante trilogia!

    Mi piace

  2. @giudappeso: dici che tocca? Il Mariage avrei anche l’occasione di vederlo a teatro, prima o dopo, e potrei approfittare dell’occasione. Ma la Mère coupable non credo proprio, mi sa che non la si vede da secoli

    Mi piace

  3. “…sono il factotum della città!” adoro quell’aria nel barbiere! ma lo sai che factotum è il nome della mia agenzia di rappresentanze?

    che poi dubbio amletico (hihihi)…gli episodi sono il barbiere, le nozze e…???

    Mi piace

  4. @Aubade: no, non ne avevo idea.
    La terza è L’autre Tartuffe, ou la Mère Coupable, che a differenza delle due precendenti non è una commedia ma un dramma (cosidetto) morale, ambientato vicino a Parigi perché gli Almaviva hanno traslocato dalla Spagna

    Mi piace

  5. @bloggatto: questa è stata molto bella, appena ho tre minuti preparo un post…. se avrò tre minuti tra stasera e lunedì pomeriggio, prima di andare in vacanza!
    Che ruolo avevi nel Barbiere?

    @leggerevolare: molto umana!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...