Beata gioventù

Standard

Non è una novità la mia passione per Paperon de’ Paperoni, ne ho parlato in passato e mi sono sempre bene guardato dal nasconderla; oggi è successa una cosa che mi ha fatto tornare con la memoria a quando ero bambino, probabilmente sotto i dieci anni.

Ricordo ancora che la maestra ci aveva fatto una lezione sul risparmio, corroborata da tanto d’intervento di funzionari della locale cassa di risparmio che ci avevano regalato un salvadanaio a testa, e un sacco di consigli su come portare i nostri soldini in banca, nella loro ovviamente. Un salvadanaio fatto a forma di libro, in metallo blu con le scritte argentate, e il disegno di un’arnia con tanto di api che le svolazzavano attorno campeggiava sulla copertina, al di sopra del nome della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.
In realtà io avrei tanto voluto averne un altro modello che, ça va sans dire, avevo visto nella pubblicità su Topolino: era fatto a forma di deposito di Paperone, ma non avevo idea di dove potermelo procurare, visto che nel negozio di giocattoli di zona non c’era; tra parentesi, ogni tanto me ne capita uno tra le mani nei vari mercatini antiquari.

La cosa anomala è che prima di portare le banconote in banca le lavavo: a mano, sull’asse da bucato di mia madre, e le stiravo. Tutte, una per una. Sono andato avanti anni, credo di avere smesso soltanto una volta alle medie.

Oggi Ale ha trovato una banconota che aveva raccolto per strada quest’estate, infangata e spiegazzata e, memore delle mie esperienze di lavaggio soldi, l’ha affidata alle mie cure. È stato un po’ un bagno di gioventù. E ho incassato la carta da 10, che non è neanche male.

Annunci

»

  1. @giudappeso: ce ne sono di due modelli, sempre della Polistyl; quello delle foto, e che era quello che volevo io, è quello più lussuoso.
    Non so la quotazione sui mercati del bric-à-brac, non ho mai chiesto; ma l’inserzionista e-bay cui ho copiato le foto ne voleva 250 svanziche, o 50 per uno incompleto, senza la calotta superiore e senza il Paperone davanti alla porta. Tieniti stretto il tuo! 

    Mi piace

  2. @palbi: le passavo amorevolmente col sapone da bucato, sfregandole sull’asse come vedi fare a Paperone nel disegno. Quella di ieri l’ho semplicemente strusciata tra le mani, e non l’ho stirata

    Mi piace

  3. Io ho lavato le monete che ho collezionato.
    Mi dicono che non andrebbero lavate, ma quello schifo che c’era sopra era troppo brutto.
    Ah, ho anche lavato i 45 giri che ho acquistato ai mercatini, con shampoo e acqua tiepida.

    Mi piace

  4. Il deposito di Paperone è anche uscito a puntate un paio di anni fa o gi di lì, tra i gadgets di Topolino. Non era un salvadanaio, ma una semplice miniatura. Purtroppo però non era molto consistente come molti gadgets di Topolino e grazie alle manine sacrileghe di mia figlia le pareti difficilmente rimanevano attaccate.
    In compenso, tra i vari gadgets che abbiamo accumulato nel corso degli anni, uno di quelli a cui tengo di più è la Numero Uno di zio Paperone. La conserviamo come una reliquia.

    Mi piace

  5. @ancatdub: anche io pulisco a fondo qualsiasi oggetto ripescato nei mercatini o in negozi di antiquariato, possibilmente prima di farlo entrare in casa. Non è una mania, è solo che non so dove possa essere stato prima, o chi possa averci fatto che cosa. E già mi bastano gli acari che ho in casa. 

    @EligRapHix: quel deposito ce l’ho anche io, assieme alla casa di Paperino-Paperinik, che è squinternata perché i pezzi non combaciano bene. Ne ho anche parecchi altri (compreso il radio deposito di una decina di anni fa), e non so ancora decidermi se fissarli tutti per bene con la colla, o regalarli ai nipoti di Ale, anche se con qualche leggero rimpianto.

    Conservo anche io la Numero Uno in un cassetto, ed ho ancora il volumetto che le era allegato.

    Mi piace

  6. Durante un viaggio in Turchia il consorte ha acquistato un tubo di plastica a chiusura stagna per cartamoneta, da portare con un laccio intorno al collo, per andare a fare il bagno al mare salvaguardando così la pecunia da eventuali furti.  Quando siamo tornati a riva dopo una bella nuotata, abbiamo aperto il contenitore e abbiamo estratto una poltiglia di carta. Con pazienza ho sfogliato  i singoli pezzi e, per farli asciugare, ho preso dei fili e li ho stesi con le mollette all’interno dell’abitacolo della vecchia fiat 131. Un bel bucatino.

    e non siamo passati inosservati…:-)

    Mi piace

  7. Giuura! davvero lavi le banconote?? A pensarci bene, forse e’ saggio. Dalle banconote ci sarebbe da prendere il colera o i residui di cocaina, che da quel che ho letto sono su gran parte delle banconote americane

    Paperone e’ sempre stato uno dei miei personaggi preferiti. Insieme a Gastone  – devo avere un debole per gli uomini di successo

    Mi piace

  8. @Athenaromana: certo che mi sarebbe piacuto vedere la scena. Fa molto film di Verdone! 

    @Reginadeitucani: le lavavo, da ragazzino. Ora ho lavato questa perché con tutto il fango che c’era su pesava un chilo e mezzo o via di lì. Adesso manco le vedo, altro che lavarle…

    P.S.: Gastone non è un uomo di successo, per conto mio, perché non fa nulla per guadagnarselo. Famoso si, che abbia un certo prestigo perché è ammanicato pure, ma come fa ad avere successo uno che non deve impegnarsi in nulla perché tanto gli va tutto bene, sempre dovunque e comunque?

    Mi piace

  9. Oggi Ale ha trovato una banconota che aveva raccolto per strada quest’estate, infangata e spiegazzata e, memore delle mie esperienze di lavaggio soldi, l’ha affidata alle mie cure.

    questa è fantastica! ;D

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...