Che cosa sarebbe successo se la Contessa di Provenza si fosse lavata? Ep. 32

Standard

In una giornata di sole la sciccosissima Place Royale, ben prima di essere ribattezzata in un più plebeo nonché turistico a basso costo “Place des Vosges”, ospitava l’esibizione di alcuni cantanti girovaghi, il Meraviglioso Zinzin dell’Ardente Fanny e le sue Ghironde Indiavolate.
Avevano allestito la scena stendendo un telone istoriato che non era altro che un grande lenzuolo sul quale avevano dipinto diverse vignette con molti personaggi tanto colorati. Fanny cantava e indicava con una lunga bacchetta ognuna delle immagini illustrandole; nella prima erano raffigurate undici carrozze.

Questa di Provenzona è la storia vera,
che si mise in viaggio a primavera!
Quando alfin suo nonno la vide in carrozza
gridò: “Deo gratias ci liberiamo della zozza”!
Il viaggio era lungo e un po’ insano,
ma il Moncenisio lo passò pian piano,
andò fino a una casetta fatta in legno
dove lasciò la bagna cauda in pegno.

In tasca aveva oro e gioielli a profusione,
e se ne andò a messa anche a Lione.
Lì con una russa fu sbeffeggiata a teatro,
e tosto ripartì, compatta come un aratro!

Gigino e Gigetto l’aspettavano a Fontanblè
e la Giovanna le preparò il bidet:
arrivò infine con il tempo piovoso,
e puzzò tutto il giorno di cane pulcioso.

La Maria a mammetta scrisse:
“a Gigetto mio non piace,
ha il baffo e le vibrisse”.

Il Provenzone sposò tirato a lustro,
e la Provenzona era come la luna,
nascosto il pelo sotto un argentato velo.

La sera Gigino disse tutto al Ciccio
che l’indoman vantava di darci come un riccio;
“Forse -disse lei- può essere vero
se funziona anche solo col pensiero”.

“Tu tienti pur la baffa” (disse il fratel germano):
io c’ho la Dodi, la Fuffi, la Cicci, la Pippi, la Lilli e la Polly
e tromberò come un caimano”!

Da una carrozza scoperta il conte Florimond de Mercy-Argenteau osservava divertito lo spettacolo, mentre allungava distrattamente dei bocconcini di sardina marinata ad un gatto con la parrucca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...