Le uova della nonna

Standard

Su mia nonna nazi, come la chiama Ale, ce ne sarebbero diverse da dire.

La prima che mi viene in mentre è quella delle uova al petrolio, che mia madre mi raccontò quando avevo circa nove anni (forse… diciamo tra la terza e la quinta elementare): un giorno la mamma mi stava preparando un uovo sbattuto per merenda, ogni tanto ce ne arrivavano alcune di giornata tramite la vicina di casa. Mentre montava l’uovo con lo zucchero, ex aprupto, mi disse:

– Una volta tua nonna Lisa mi aveva portato delle uova perché ti facessi l’ovetto sbattuto. Tu eri piccolo. Gliele aveva date la zia Maria appena tirate su dal pollaio. Io le ho rotte e sentivo un odore strano… mi pareva che puzzassero di kerosene. Telefono alla zia Maria per chiederle e lei si arrabbia. Mi dice: “Come, mia sorella ti ha dato delle uova che san da nafta? Ma io le ho dato sì le uova, e anche una bottiglietta di nafta perché le serviva, ha messo tutto in borsetta. Vuoi vedere che è successo qualcosa?”, poi mi richiama dopo poco avendo parlato con tua nonna: è venuto fuori che la bottiglia aveva perso il tappo e non volendo buttare le uova le ha portate a me dicendomi: “To’, ciapa. Faghe el sbatudin al puteo”. Roba che se non avessi sentito l’odore ti saresti potuto avvelenare.

Il tutto raccontato con un fare teatrale e un crescendo della voce e dello sdegno da fare impallidire Clara Calamai. Che cara persona, mia nonna: sempre pronta a far del bene all’umanità. Mia madre, quanto a destabilizzazione del prossimo e svilimento degli avversari attraverso l’esaltazione del proprio ruolo salvifico non era da meno, tuttavia: si trattava di un gioco nel quale era bravissima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...